(06 PILLOLA GIURIDICA) Gerarchia normativa e ripristino della legalità.

Sequenza degli articoli: 

  • (06 PILLOLA GIURIDICA) IL FURTO DEL PORTAFOGLI MONETARIO AVVENUTO IN VIOLAZIONE DEI CONTROLIMITI COSTITUZIONALI.
  1. Avv. PAOLA MUSU (nel 2012): "IL GOVERNANTE ELETTO E' ANCH'EGLI UN CITTADINO E COME TALE SOTTOPOSTO AI LIMITI STABILITI DALLA COSTITUZIONE".
  2. Avv. PAOLA MUSU (nel 2012): "LA SOVRANITA' MONETARIA E' PARTE INTEGRANTE DELLA SOVRANITA', E COME TALE NON PUO' ESSERE CEDUTA."
  3. Avv. MARCO MORI: "L'ART.11 STABILISCE 3 PALETTI: 1)LIMITAZIONI DI SOVRANITA', 2)PARITA' DI CONDIZIONI, 3)FINALITA' DI PACE e GIUSTIZIA. TUTTI E 3 VIOLATI."
  4. LUCIANO BARRA CARACCIOLO (nel 2013): "L INCOMPATIBILITÀ COSTITUZIONALE CHE CREA UN ILLECITO PERMANENTE, CIOÈ UNO STATO DI ILLEGALITÀ COSTITUZIONALE CHE SI PERPETUA GIORNI PER GIORNO."

 

 

(06 PILLOLA GIURIDICA) IL FURTO DEL PORTAFOGLI MONETARIO AVVENUTO IN VIOLAZIONE DEI CONTROLIMITI COSTITUZIONALI.

I 12 PRINCIPI FONDAMENTALI FISSANO I PALETTI ALLA NORMATIVA INTERNAZIONALE, E I PALETTI SONO VIOLATI.

PREMESSA: Il presidente di sezione del Consiglio di Stato L. Barra Caracciolo descrive l'aspetto giuridico della compatibilità tra Costituzione e Trattati europei con le seguenti parole:

LUCIANO BARRA CARACCIOLO: Capire se i vincoli Europei/Internazionali siano contrari/incompatibili con la nostra Costituzione è semplicissimo.
Però occorre conoscere tutta una serie di cose (della Costituzione) che nel corso degli ultimi 30 anni sono state distorte da una versione culturale mediatica dissuasoria ed elusiva che ha desertificato il sistema immunitario democratico degli italiani." [Cit. L.Barra Caracciolo]

L'incostituzionalità/incompatibilità è scandita dalla Giurisprudenza dei ControLimiti costituzionali.
I ControLimiti stabiliscono la gerarchia normativa.
Nella gerarchia è stabilito che:

ControLimiti Cost: La Costituzione italiana nei suoi 12 PrincipiFondamentali, è SOVRAordinata e non SUBordinata alla normativa internazionale/europea.
I 12 PrincipiFondamentali fissano  i paletti che delimitano l'ingresso della normativa internazionale che l'Italia può recepire (o meno) nel suo ordinamento.

Significa che qualsiasi norma accordo trattato che sia in violazione di 1 o più articoli dei 12 PeincipiFondamentali, l'Italia NON lo può recepire/sottoscrivere/firmare, pena la nullità dell'atto.
il più importante dei paletti è sancito nell'Art.1Cost.

Art.1Cost: "La Sovranità appartiene al popolo, che la esercita nei limiti stabiliti dalla Costituzione."

ATTENZIONE: Il governante eletto é anch'egli cittadino italiano, e come tale è sottoposto come tutti ai limiti costituzionali sopra-citati.
Ebbene:
I principali accordi europei non rispettano questi limiti, essendo in violazione dei PrincipiFondamentali.
La CorteCostituzionale ha ribadito 3 volte con 3 diverse sentenze la SOVRAordinanza costituzionale italiana:

  • - Sentenza N°86 del 2012 Corte Cost.

  • - Sentenza N°238 del 2014 Corte Cost.

  • - Sentenza N°275 del 12/2016 Corte Cost.

Eppure...

Scritto da: Cristian Minerva

Fonti: Luciano Barra Caracciolo: l'Euro è costituzionale?

 

 

1) PAOLA MUSU (nel 2012): "IL GOVERNANTE ELETTO E' ANCH'EGLI UN CITTADINO E COME TALE SOTTOPOSTO AI LIMITI STABILITI DALLA COSTITUZIONE".

DENUNCIA DELL'AVVOCATO TRIBUTARISTA, 2012.

PAOLA MUSU (nel 2012): (min. 2:11) "Il 1° articolo della costituzione recita.

Art1Cost: "L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.  La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione."

Il rappresentante politico eletto dal popolo, è anch’egli cittadino italiano, e come tale NON ha la facoltà di sottoscrivere trattati/ accordi/ contratti di qualsiasi natura/ matrice, che entrino in conflitto coi Principi fondamentali della nostra Carta, peggio che peggio che prevedano una qualsivoglia sottrazione/cessione della sovranità (vedi Trattato di Maastricht, Lisbona, MES ecc), e questo, si badi, nemmeno qualòra disponesse della maggioranza assoluta degli elettori, dato che i principi fondamentali sono permanenti e irriformabili.[...]

[...]Sottrarre la sovranità (monetaria nel caso di Maastricht) è reato, e chi si macchia di questo reato compie uno dei crimini più gravi previsti dalla Costituzione:
Parliamo di “Delitti contro la personalità giuridica dello Stato” – Art.241 e Art.243 del Codice Penale).

Fonte per PAOLA MUSU:

 

 

2) PAOLA MUSU (nel 2012): "LA SOVRANITA' MONETARIA E' PARTE INTEGRANTE DELLA SOVRANITA', E COME TALE NON PUO' ESSERE CEDUTA."

DENUNCIA DELL'AVVOCATO TRIBUTARISTA, 2012.

PAOLA MUSU (nel 2012): (3:00) Componenti essenziali della sovranità di un popolo sono la SovranitàMonetaria.
La SovranitàMonetaria è parte integrante della sovranità, che si traduce nella proprietà della propria moneta e nella disponibilità tutti quegli strumenti digestione della politica tra cui la stampa della moneta.

(3:35) Nel 1992 viene firmato il trattato di Maastricht.
La sovranità monetaria viene ceduta alla Banca Centrale Europea, un soggetto privato con sede a Francoforte, sottratto esplicitamente in forza dei trattati dell'Unione Europea, ad ogni controllo e governo democratico, anche da parte degli stessi organi dell'Unione Europea, e i cui membri godono di totale immunità in tutto il territorio dell'Unione. Di fatto un organo sovranazionale ed extraterritoriale.

Fonte per PAOLA MUSU:

 

 

3) Avv. MARCO MORI: "L'ART.11 STABILISCE 3 PALETTI: 1)LIMITAZIONI DI SOVRANITA', 2)PARITA' DI CONDIZIONI, 3)FINALITA' DI PACE e GIUSTIZIA. TUTTI E 3 VIOLATI."

ANALISI DELL'AVVOCATO COSTITUZIONALISTA IN MATERIA DI TRATTATI INTERNAZIONALI, 2016.

Avv. MARCO MORI (2016): "In effetti, se l’articolo 10 dice che l’Italia si deve uniformare agli ordinamenti internazionali, l’Art.11 ne stabilisce i paletti, e i 3 paletti sono che:
– (1) non solo l’Italia NON può fare cessioni di sovranità ma solo “limitazioni”,
– (2) le limitazioni devono avvenire “a parità di condizioni” con gli altri Stati,
– (3) la finalità della limitazione deve essere “la pace e la giustizia tra le Nazioni”,

L'articolo 11 testualmente recita:

Art.11 Cost: "…..; consente, IN CONDIZIONI DI PARITA’ con gli altri Stati, alle LIMITAZIONI di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni."

La CorteCostituzionale ribadito per 3 volte in 3 sentenze che i paletti fissati dai 12 principi fondamentali siano SOVRAordinati, e NON SUBordinati, e i 3 limiti/paletti fissati dall'Art.11 non sono rispettati per le seguenti ragioni:

  1. LIMITAZIONI: E' stata effettuata una cessione totale (e non limitazione) di sovranità in ambito monetario.

  2. PARITA’ DI CONDIZIONI: Le condizioni della cessione totale di sovranità monetaria sono impari, essendo che le quote azionarie della BCE non sono detenute in modo paritario da tutti i paesi membri; infatti la Germania risulta essere la principale azionista della BCE, cosa che pone i tedeschi in una posizione di dominio su tutti gli altri.

  3. PACE E GIUSTIZIA: Le finalità non sono la pace e la giustizia ma sono di natura economica-commerciale, 

Finalità queste che per di più vanno pure contro gli interessi della Repubblica italiana essendo che l'Euro di fatto altera i listini prezzi dei paesi membri scontando al ribasso i listini dei paesi-membri che fuori dall'Euro avrebbero avuto un cambio pesante come la Germania, e al rialzo i listini dei paesi-membri che fuori dall'euro avrebbero avuto un cambio leggero come l'Italia (si legga a tal proposito con attenzione la"Pillola 2")."

Scritto da: Cristian Minerva

Fonti: Vedi video su YouTube “AVV. MARCO MORI – IL TRAMONTO DELLA DEMOCRAZIA“.  Video Marco Mori - "Il tramonto della democrazia" - L'Insurrezione della Nuova Umanità.   Video su YouTube LUCIANO BARRA CARACCIOLO: L'EURO È COSTITUZIONALE?  Si legga attentamente l'intera sez. "Quadro giuridico".

Scritto da: Cristian Minerva

 

 

4) LUCIANO BARRA CARACCIOLO (nel 2013): "L INCOMPATIBILITÀ COSTITUZIONALE CHE CREA UN ILLECITO PERMANENTE, CIOÈ UNO STATO DI ILLEGALITÀ COSTITUZIONALE CHE SI PERPETUA GIORNI PER GIORNO."

DISAMINA DEL PRESIDENTE DI SEZIONE DEL CONSIGLIO DI STATO, 2013.

LUCIANO BARRA CARACCIOLO (nel 2013):  28:00 L'essenza dei trattati sono: 1) La lotta all'inflazione, e 2) L'instaurazione di un mercato senza confini all'interno dell'area, a forte competizione. 

30:26 A questo punto abbiamo uno status di sospensione costituzionale, che per i costituzionalisti si chiama la rottura dell’ordinamento, che si può constatare in primis in tutti gli articoli che parlano del Lavoro, Art.1, Art.4, Art.36. 

31:11 Incompatibilità costituzionale che crea un illecito permanente, cioè uno stato di illegalità costituzionale che si perpetua giorni per giorno.

Fonte della dichiarazione per LUCIANO BARRA CARACCIOLO: