(10 PILLOLA PSICOLOGICA) AutoCondizionamento delle masse

Sequenza degli articoli:

  • (10 PILLOLA PSICOLOGICA) LA METAFORA DELLA CELLA (VERSIONE FILM)

 

 

(10 PILLOLA PSICOLOGICA) LA METAFORA DELLA CELLA (VERSIONE FILM).

TUTTI I COMPORTAMENTI MALEVOLI CHE SI STANNO RECRIMINANDO AGLI ALTRI, IN REALTÀ LI STIAMO COMPIENDO NOI STESSI IN PRIMA PERSONA.

PREMESSA: La seguente rappresentazione serve a mettere in luce il blocco mentale che rende tutte le persone inerti.
L'articolo è rivolto a tutti quelli che:
– "Ma io da solo cosa posso fare..."
– "Tanto NON serve a nulla..."
– “Tanto gli italiani sono un popolo di pecoroni somari…”
– “Ma gli italiani sono indisciplinati…”
– "Ma gli italiani sono troppo preoccupati a guardare il proprio orticello...."
– "Ma gli italiani stanno ancora troppo bene, hanno ancora la pancia troppo piena..."
– “Ma noi italiani NON abbiamo la stessa situazione degli altri Stati…
– “Ma noi italiani NON abbiamo le stesse possibilità delle altre nazioni ….”
– “NON abbiamo le capacità degli altri popoli…”
– “NON abbiamo gli strumenti…”
– “NON abbiamo la cultura…”
– “NON abbiamo le stesse possibilità finanziarie…”
– “Abbiamo troppo debito pubblico.…”
E chi più ne ha più ne metta.
Vi dice qualcosa?
Si segua il seguente percorso..

IL FILM:

Immaginate di essere gli spettatori di un film.
Nel film ci sta una cella con dentro 100 prigionieri.
Uno dei 100 prigionieri siete voi.
Considerate che nella cella, tutti e 100 i prigionieri siano costretti a dover coltivare il loro orticello, ma che a causa della prigionia, qualcuno approfitti per impadronirsi abusivamente di buona parte dei frutti del loro lavoro.
Per tale ragione tutti i prigionieri sono insofferenti della loro prigionia, e tutti quanti vorrebbero liberarsi.
Bene...
Ora immaginate che uno ad uno i prigionieri vengano chiamati all’interno di una sorta di confessionale per essere messi al corrente di una fondamentale informazione risolutoria.
Si tratta di 2 notizie:
Una buona, e una cattiva.
Il primo ad essere chiamato nel confessionale sei tu.
Una volta nel confessionale ti vengono illustrate le 2 notizie:

  • – NOTIZIA BUONA: La notizia buona è che la chiave che serve per aprire la cella, è dentro la cella, il che significa che per liberarsi NON c’è da organizzare nessuna fuga, nessuna evasione, nessuna rivoluzione.

  • – NOTIZIA CATTIVA: La notizia cattiva è che la chiave è appesa in alto al soffitto, quindi tu da solo non riesci a prenderla.

Ma non c’è problema:
Siccome nella cella anche  gli altri prigionieri vogliono uscire, NON ci saranno problemi a convincere i tuoi coinquilini ad organizzarsi per creare una scaletta che consenta a qualcuno di arrampicarsi in cima e prendere la chiave che libererebbe tutti.
ATTENZIONE: Non è nemmeno necessario convincere tutti e 100 i prigionieri, poiché ne servirebbero solo giusto quanto basta  per raggiungere il soffitto, allo stesso modo in cui a un governo servono giusto i voti necessari quanto basta per avere governabilità (vedi NOTA*).
Ok....
Ora, a questo punto immaginate di vedere voi stessi, che dopo essere stati informati della risoluzione, state dicendo nel confessionale che:

"No ma NON si può fare niente, perché tanto gli altri prigionieri della cella (ovvero gli altri italiani):
– Sono un popolo di pecoroni somari…
– Sono indisciplinati…
– Sono troppo preoccupati a guardare il proprio orticello....
– Stanno ancora troppo bene, hanno ancora la pancia troppo piena...
– Ma noi italiani NON abbiamo la stessa situazione degli altri…
– NON abbiamo le stesse possibilità….
– NON abbiamo le capacità…
– NON abbiamo gli strumenti…
– NON abbiamo la cultura…
- Ma io da solo cosa posso fare...
- Tanto NON serve a nulla...."

E chi più ne ha più ne metta.

Detto ciò, venite rispediti nella cella, e al posto vostro viene chiamato nel confessionale un altro dei 100 prigionieri.
Anche quest’altro prigioniero una volta informato della risoluzione, risponde esattamente la stessa cosa che avete risposto voi.
Anche lui poi rientra nella cella, e un altro va nel confessionale a ripetere nuovamente lo stesso identico canovaccio.
Così, avanti allo stesso modo speculare per tutti e 100 gli occupanti.

RISULTATO:

- Tutti i 100 prigionieri si ritrovano nella cella.
- Tutti e 100 sanno della chiave.
- Tutti e 100 vogliono uscire.
Ma a dispetto dei fatti che smentiscono la loro supposizione, essi ritengono di non dover dire nulla poiché convinti che gli altri partecipanti non possono capire, non hanno le capacità, la volontà ecc. ecc. ecc...
E dunque così facendo i 100 occupanti si ritrovano a restare clamorosamente prigionieri in una situazione paradossale degna dei più arditi film di fantascienza.

VERIFICA DEI FATTI:

I fatti invece ci dicono che il 100% delle persone sono in grado di capire, hanno tutte quante la stessa volontà, ma disconoscendo questo dato di fatto, le stesse persone sono letteralmente vittime di un film alternativo che scorre solo nella loro testa.

MORALE:

Se voi in qualità di spettatori del film, poteste entrare a darvi un suggerimento, cosa vi direste?
E' palese che nella cella NON ci sia da convincere nessuno, ma solo voi stessi!
Il “trucco” sta nel fatto che la gente passi tutto il tempo a preoccuparsi degli altri, colpevolizzando gli altri, sempre gli altri, senza accorgersi mai del fatto che tutti i comportamenti malevoli che si stanno recriminando agli altri, in realtà li stiamo compiendo noi stessi in prima persona.

NOTA (MAGGIORANZA SCHIACCIANTE)*: Con una maggioranza schiacciante un governo in carica è nella posizione di poter attuare tutte le manovre/riforme del caso, senza bisogno che i cittadini devano fare alcuna rivoluzione.
Ricordate sempre:
Siamo noi ad eleggere i politici, e NON il contrario!

Scritto da: Cristian Minerva